Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Salernitana, regali di Natale all’Avellino. Il derby è irpino

Scritto da Redazione il 24 dicembre 2016 in Calcio,Evidenza,Salernitana,Sport. Stampa articolo

Derby amaro. I soliti regali costano carissimo alla Salernitana, battuta 3-2 dall’Avellino in un derby batticuore. Gara spettacolare sin dalle prime battute, indirizzato verso i lupi già nel primo tempo con i gol di Jidayi e Ardemagni sulle solite amnesie su calcio piazzato e l’espulsione di Mantovani. La reazione d’orgoglio dei granata nella ripresa però riapre tutto: il gol della speranza di Busellato diventa vano dopo i miracoli di Frattali e la giocata di Verde che chiude i conti. Effimero il rigore trasformato da Donnarumma negli ultimi secondi di partita, lasciando alla Salernitana l’amarezza per la sconfitta e per una classifica ora più preoccupante.

Bollini perde anche Schiavi e lancia Mantovani al centro della difesa con Tuia. Out per squalifica Bernardini e Coda, quest’ultimo sostituito dall’ex Joao Silva. La partita è bloccata, anche se all’8’ l’Avellino si fa subito pericoloso con una conclusione di Belloni a botta sicura salvata però dall’opposizione di Mantovani. La Salernitana risponde al 13’ con un tiro da lontanissimo di Vitale alta non di molto dalla trasversale di Frattali. Al 17’ però l’Avellino passa: ancora una volta su palla inattiva, Jidayi brucia tutti e di testa sigla il vantaggio irpino. La reazione della Salernitana è rabbiosa ma confusionaria, peccando di precisione nell’ultimo passaggio. L’Avellino controlla e prova a far male in contropiede, dove Tuia salva su Ardemagni lanciato a rete da un errore di Ronaldo. Al 44’  gli ospiti protestano per un presunto tocco di mano di Belloni sulla deviazione aerea di Perico ma Abisso lascia giustamente correre. La svolta arriva nel recupero, quando Mantovani ingenuamente stende Ardemagni beccando il secondo giallo e lasciando i suoi in dieci. Sul calcio piazzato seguente Ardemagni anticipa Perico e fulmina Terracciano per il 2-0.

La ripresa si apre subito con l’innesto di Zito al posto di un insufficiente Ronaldo passando ad un improvvisato 3-4-1-1. L’Avellino però con attenzione gestisce il vantaggio senza patemi, bloccando sul nascere i tentativi granata e sfiorando anche il 3-0. Bollini prova a dare la scossa inserendo Donnarumma per Improta e la reazione arriva puntuale: cross al bacio di Rosina per Busellato che al volo batte un incolpevole Frattali. La partita si rianima, con l’Avellino che nemmeno trenta secondi dopo il gol granata sfiora il 3-1 con Ardemagni, fermato da un attento Terracciano. Gli irpini accusano il colpo e restano in dieci per l’espulsione di Belloni. Al 74’ Castaldo sfiora il gran gol con una rovesciata che esalta però Terracciano. Estremo difensore granata prodigioso anche al 79’ sulla deviazione aerea di Camara deviato in angolo dall’ex Catania con un volo plastico. Salernitana che rischia ma che recrimina a gran voce sull’azione seguente per un abbraccio di Perrotta a Joao Silva in area irpina. Abisso però, come nel primo tempo, decide di non intervenire. Il finale è un assedio disperato: Frattali è super sulla bomba di Zito, fermato ancora una volta all’85’ dal portiere biancoverde sul colpo di testa in tuffo da due metri. E se Frattali è superato, ci pensa addirittura Verde sulla linea a togliere dalla rete un’incredibile rovesciata di Perico. Nel recupero Verde chiude i conti, poi il rigore di Donnarumma rianima le speranze senza però fortuna.

RETI: 17’ pt Jidayi (A), 48’ pt Ardemagni (A), 18’ st Busellato (S), 45’ st Verde (A), 47’ st rig. Donnarumma (S).

AVELLINO (4-4-2): Frattali; Gonzalez (38’ pt Donkor), Djimsiti, Jidayi, Asmah (5’ pt Perrotta); Verde, Omeonga, D’Angelo, Belloni; Castaldo, Ardemagni (25’ st Camara).

A disposizione. Radunovic, Lasik, Paghera, Crecco, Soumarè, Mokulu. Allenatore: Walter Novellino.
SALERNITANA (4-3-3): Terracciano; Perico, Mantovani, Tuia (30’ st Luiz Felipe), Vitale; Busellato, Ronaldo (1’ st Zito), Della Rocca; Rosina, Joao Silva, Improta (17’ st Donnarumma).

A disposizione. Liverani, Iliadis, Franco, Laverone, Garofalo, Caccavallo. Allenatore: Alberto Bollini.
ARBITRO: Rosario Abisso di Palermo (Assistenti: Bottegoni-Margani, quarto uomo: Di Paolo).

NOTE. Spettatori: 9000 circa di cui 800 provenienti da Salerno. Espulsi al 47’ pt Mantovani (S) e al 22’ st Belloni (A) per doppia ammonizione. Allontanato al 33’ st Novellino (A) per proteste. Ammoniti: Ronaldo (S), Donkor (A), Busellato (S), Rosina (S).

Angoli: 2-6. Recupero: 4’ pt, 5’ st.

Sabato Romeo

Condividi sui Social network!

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *