Milan – Salernitana: diciotto minuti di gioco e match terminato

Must read

Questa volta, a differenza di quanto fatto vedere fino ad ora, la Salernitana non ha avuto neppure la forza o la volontà di reagire, arrendendosi senza combattere alla evidente superiorità tecnico – tattica dei rossoneri che hanno vinto il match con il risultato di 2-0 col minimo sforzo.

La rete di Kessie al 5°, con un tocco vincente dopo un rimpallo fortunoso per il Milan, e quella di Saelemaekers al 18°, tiro a giro molto bello e imparabile che si è insaccato a fil di palo sulla destra di Belec, sono bastate per spegnere qualsiasi velleità in casa granata.

Il possesso palla del 70% dei rossoneri, le innumerevoli conclusioni a rete e nello specchio della porta del Milan, un paio di parate molto impegnative di Belec, stanno a dimostrare che la gara è stata a senso unico e senza storia. La Salernitana, tranne un tentativo timido di Zortea, non ha mai praticamente tirato in porta.

I prossimi due match di campionato vedranno impegnata la Salernitana in trasferta a Firenze e poi in casa con l’Inter, altre due gare proibitive. L’ultima posizione in classifica con solo 8 punti conquistati, pertanto, appare sempre più consolidata. Le chance di salvezza per i granata appaiono, al momento, molto flebili.

Colantuono allenatore Salernitana – Photo Ianuale da ussalernitana1919.it

Solo una svolta societaria, con l’arrivo del tanto agognato annuncio della vendita delle quote ad una nuova società e la conseguente, auspicabile, campagna di rafforzamento di gennaio, potrebbe far sperare nel “miracolo” in casa Salernitana, riportando un po’ di entusiasmo nell’attuale situazione di depressione.

Rimanendo così le cose, purtroppo, a prescindere dal rischio fallimento ed esclusione dal campionato, il prosieguo sarebbe comunque una lenta e dolorosa agonia. E’ imbarazzante pensare che si possa affrontare con questo organico un intero girone di ritorno.

Non ci resta che attendere ancora un paio di giorni per conoscere quale sarà il destino, nel futuro prossimo, di questa tanto amata e, purtroppo, tanto bistrattata Salernitana. Tanto amata dai tifosi e dalla intera Comunità della Città capoluogo e di larga fascia della Provincia, tanto trascurata e “tradita” da chi ne ha gestito la proprietà, ma anche dalle istituzioni, calcistiche e non.

Milan Salernitana 2-0: tabellino e pagelle dei granata

RETI: 5′ Kessie (M), 18′ Saelemaekers (M)

MILAN (4-2-3-1): Maignan; Florenzi, Tomori, Romagnoli, Theo Hernandez (dal 61′ Ballo-Toure); Kessie (dal 79′ Tonali sv), Bakayoko (dal 46′ Bennacer); Saelemaekers, Brahim Diaz, Leao (dal 46′ Messias); Pellegri sv (dal 15′ Krunic). All. Stefano Pioli

SALERNITANA (4-3-2-1): Belec 6,5; Veseli 5, Gyomber 5, Bogdan 5, Ranieri 5,5 (dal 79′ Jaroszynski sv); Zortea 6 (dal 61′ Kechrida 5,5), Schiavone 6, Di Tacchio 5 (dal 46′ Kastanos 6). Coulibaly 5,5; Ribery 5 (dal 61′ Djuric 5); Simy 5,5 (dal 61′ Bonazzoli 5,5). All. Stefano Colantuono 5
ARBITRO: Antonio Giua di Olbia

AMMONITI: Bakayoko (M), Di Tacchio (S), Djuric (S)

- Advertisement -spot_img

More articles

- Advertisement -spot_img

Latest article